All posts filed under: Inghilterra

Castle Combe e Lacock: qui il tempo si è fermato

Tra i miei vari giretti nella campagna inglese, mi è capitato di scoprire piccole perle – spesso poco conosciute a chi non vive nel Regno Unito – che sembrano essere sospese nel tempo. Oggi vi parlo di Castle Combe e Lacock, paesini che si trovano a Ovest di Londra – nella regione del Wiltshire. Molto simili tra loro, ciò che li caratterizza di più è il silenzio. Infatti, arrivati in questi piccoli villaggi ciò che si percepisce è la tranquillità, la pace e la rilassatezza di quei luoghi che sembrano essersi fermati centinaia di anni fa ma che hanno un fascino talmente personale che li distingue da qualunque altra zona della regione, soprattuto dalle città. La gente che decide di vivere in questi paesini, accetta di mantenere le case così come sono. Non sono ammessi grossi cambiamenti all’esterno – a differenza dell’interno dove ognuno è libero di apportare le modifiche che desidera – e non è possibile avere nessun tipo di parabola o ripetitore sui tetti. Insomma, l’idea di base è quella di mantenere questi luoghi il più simile possibile a …

In Dartmoor, come in un film.

Ora vi farò una domanda stupida. Lo avete mai visto un cavallo? Intendo, da vicino. Molto vicino. Lo avete mai visto camminare e muoversi quasi danzando? Lo avete visto correre mentre il vento spettina la sua criniera e le sue narici si allargano al respiro dell’aria pungente? Vi sembra un modo strano per iniziare un post? Beh, lo potrebbe sembrare ma non questa volta. Rimango sempre un po’ incredula nei confronti di chi rimane indifferente di fronte alla bellezza di un cavallo, un animale così facile da impaurire eppure così forte e maestoso, capace di creare legami indissolubili col genere umano. Mi è capitato tempo fa di vedere “War Horse“, un film tratto dall’omonimo romanzo di Nick Stafford e ambientato tra la Francia e l’Inghilterra della Prima Guerra Mondiale. Di cosa parla il film non ve lo voglio svelare, ma immagino abbiate capito che i cavalli ne sono protagonisti. Voglio però, raccontarvi i luoghi in cui sono state effettuate le riprese qui in Inghilterra e che ho avuto la fortuna di vedere. Precisamente ci troviamo nel …

Week end nella Jurassic Coast

Un altro pezzettino di Inghilterra scoperto. L’ennesima conferma che questi paesaggi, seppur spesso molto simili tra loro, non smetteranno mai di piacermi. Questa volta abbiamo deciso di esplorare la Jurassic Coast, il territorio della costa Sud inglese che si estende per circa 150 chilometri tra il Devon e il Dorset. Come si può immaginare dal nome, il complesso di colline che costituiscono questo tratto di costa risalgono a lontanissime ere preistoriche. Ancora oggi infatti, sono molti i geologi che in questi luoghi si impegnano in continue ricerche a spasso tra rocce dalle forme più strane, spiagge secolari e resti di antiche foreste. Il nostro itinerario, dopo aver viaggiato il primo giorno alla scoperta della New Forest, parte da Combe Keynes dove alloggiamo alla West Combe Farmhouse – un carinissimo Bed and Breakfast situato in una posizione ottimale per scoprire la zona e attorniato dalla tranquillità che solo il countryside può donare. Il secondo giorno decidiamo di svegliarci molto presto, all’alba – quando le condizioni per scattare foto dovrebbero essere tra le migliori. Alle quattro la nostra sveglia suona e …

Un giorno nella New Forest

C’è un posto magico ad un centinaio di miglia da Londra. Si chiama New Forest e oggi ve la voglio raccontare! Quando, nella pianificazione del nostro ultimo week end, mi sono resa conto che per giungere in Dorset era pressochè necessario attraversare la New Forest (che però si trova in Hampshire), ho subito pensato che – già dal nome – dovesse riservare delle ottime sorprese! Tra le varie cose che la caratterizzano, ciò che mi ha colpito maggiormente è che centinaia di pony corrono, mangiano e vivono liberi e selvaggi su tutta la sua superficie. Cosa ci può essere di più bello per un’appassionata di cavalli come me? Nella zone sud-est dell’Inghilterra e a circa un paio di ore in auto da Londra, la New Forest – nata come riserva reale di caccia e ora diventata National Park – copre un territorio di circa 500 chilometri quadrati, percorribili in auto, in bici oppure a piedi tra i vari sentieri che la attraversano. Noi la abbiamo raggiunta in auto arrivando in uno dei paesi più importanti del parco: Lyndhurst, una …

C’è una costante nei miei viaggi…

C’è sempre una costante nei nostri viaggi – soprattutto in quelli che abbiamo potuto fare qui in UK. Non so esattamente quale sia il motivo, ma l’itinerario che di solito ci prefissiamo di fare passa sempre, e ribadisco sempre, da un faro. Si, quelli che qui chiamano lighthouse – casa della luce, che buffo nome se si pensa alla traduzione letterale! In origine però, il nome faro deriva dell’isola di Pharos, di fronte ad Alessandria d’Egitto, dove anticamente era presente una torre su cui ardeva un fuoco che fungeva da segnalazione alle barche che navigavano nella zona. Attualmente infatti, la primaria utilità di questi fari resta quella di segnalare punti particolari o pericolosi alle navi che percorrono le rotte limitrofe. Certo forse, quando un tempo questi fari vennero costruiti, nessuno avrebbe mai pensato di dar vita a luoghi così scenografici, emozionanti e tanto fotografati da turisti e non. Ecco i migliori fari nei quali ci siamo imbattuti  qui sull’isolotto britannico. BEACHY HEAD: questo faro, nato nel 1902 e tuttora ancora in funzione, si trova all’interno del Seven Sisters Country …

Gli inglesi e il tè delle cinque

Chi, parlando degli inglesi, non ha mai sentito nominare il “tè delle cinque“? Immagino che tutti sappiano di cosa si tratti ma, se ancora credete che sia solo una cosa per vecchietti vi sbagliate di grosso! Quello che viene conosciuto anche come afternoon tea, sta avendo oggi una nuova riscoperta soprattutto tra i giovani nonostante le sue origini siano decisamente lontane. Infatti, fu la Duchessa Anna di Bedford nel XIX secolo ad introdurre nelle sale dell’alta aristocrazia inglese l’abitudine di bere un tazza di tè servita con piccoli spuntini sia dolci che salati, proprio intorno alle cinque di pomeriggio. Nonostante io sia ancora fedele all’idea di aggiungere due classiche gocce di limone nella bevanda ambrata, l’usanza inglese di bere il tè con l’aggiunta di un po’ di latte freddo ha motivazioni decisamente valide. Essendo infatti servito solamente in tazze di pregiatissima porcellana, il timore che il calore del tè potesse spezzare le tazze portò all’idea di aggiungere del latte freddo, in modo da stemperarne la temperatura ed evitare così anche piccole ustioni. Molte sono le tea rooms inglesi nelle quali è …

Bath – Tra mercatini di Natale e storia

Bath, che nome strano per una città! Prima di venire a vivere a Londra non ne avevo mai sentito parlare, eppure c’è davvero un mondo intero che si nasconde dietro questa città del Somerset, e ora proverò a raccontarvelo! Mi era già capitato di passare per questa città durante qualche gita fuori porta e vi avevo già raccontato qualcosa, ma una visita così accurata come quella dello scorso week end ancora non l’avevo fatta! Bath è una città di circa cento mila abitanti a poco più di un’ora da Londra. Ricostruita in stile georgiano nel XVIII secolo, Bath ha però origini romane, tanto che una delle maggiori attrazioni sono proprio i Roman Bath, ossia i bagni termali costruiti proprio dai Romani. Il mio tour della città parte venerdì pomeriggio all’insegna, visto il periodo, dei mercatini di Natale. La città ospita infatti, fino al 15 Dicembre, un mercatino nel quale una serie di piccoli stands e negozietti dislocati tra le vie e le piazze, vendono ed espongono prodotti artigianali e locali! Il giorno seguente scopriamo l’esistenza di un’associazione …

Brighton, il mare di Londra

C’è poco da fare. Arriva sempre un momento in cui, in qualunque posto io mi trovi, la voglia di mare si fa sentire più prepotente del solito. E così anche la voglia di aria fresca, del rumore delle onde, delle passeggiate sulla spiaggia e del sole, quello tiepido del tramonto. Vivendo in una città così caotica spesso mi capita di avere una sensazione di soffocamento e di chiusura. Allora quando non mi è possibile andare al mare passeggio lungo il Tamigi e tutto si apre: lo sguardo, il respiro, il cuore. Questo week end però, ringraziando la calma del bank holiday, abbiamo deciso che il fiume non ci bastava. E così, eccoci che prenotiamo un biglietto a/r a sole dieci sterline e ce ne andiamo al mare…a Brighton! Non so perché ma ogni volta che penso a questa città mi vengono in mente le vacanze studio che facevo quando ero più piccolina. E la sensazione rimane tale anche quando sono lì. Tutto mi sa di vacanza, di relax, di festa e divertimento! E in effetti è …

Tradizioni natalizie inglesi.

Anche in Inghilterra, il Natale rappresenta il momento più magico dell’anno per grandi e piccini, ed ecco alcune tradizioni tipiche di questo paese. L’aria del Natale si sente già a Novembre quando in alcune città vengono accese le prime luminarie e quando i bambini si impegnano per scrivere la letterina a Babbo Natale, o meglio Father Christmas, con la lista dei doni che vorrebbero ricevere. Se i bambini scrivono le letterine, i grandi sono però impegnati nel trovare le giuste Christmas card, ossia i biglietti di auguri da inviare a parenti ed amici, e nell’addobbare la casa con lucine e fiocchetti natalizi. Come vuole la tradizione, la sera della vigilia si va alla Messa di Mezzanotte e, una volta tornati a casa i bambini lasciano vicino al camino una tazza di latte e dei biscotti per Father Christmas ed una carota per Rudolf (la renna!). Certo non si dimenticheranno di appendere ai loro caminetti anche le calze dove Babbo Natale potrà lasciare loro i regali! Oltre all’albero di Natale, in Inghilterra c’è anche la tradizione …

Week end in Wiltshire – UK

L’idea per lo scorso week end era quella di trovare una farm spersa nella campagna inglese e di passare due giorni un pò diversi. Beh direi che ci siamo riusciti! La scelta è ricaduta sul Wiltshire, forse una contea non conosciutissima eppure sede di uno dei luoghi più visitati dell’Inghilterra: Stonehenge. Anche questa volta la scelta di affittare la macchina si è rivelata decisamente opportuna: si è più liberi, non si hanno orari e si prova nuovamente la guida a sinistra! La prima tappa del nostro week end è Salisbury, cittadina attraversata dal fiume Avon e sede dell’omonima cattedrale che visitiamo subito. Immersa nei colori stupendi dell’autunno, la Cattedrale di Salisbury ospita oggi una copia ben conservata della Magna Carta (che non è fotografabile) ed uno degli orologi meccanici più antichi del mondo. Dopo aver camminato per le stradine della cittadina, le guide ci consigliano una visita all’Old Sarum, ossia il primo insediamento che diede origine alla città di Salisbury che si trova su una collina nella quale sono visibili i resti di quel villaggio, compresa una cattedrale. …