All posts filed under: Viaggi

Dove bere l’Afternoon Tea a Londra: da Bea’s of Bloomsbury

Ma davvero gli inglesi si mettono ad un tavolo per la loro immancabile tazza di tè alle cinque in punto? E’ vero. O meglio – il tè non manca mai, sugli orari sono decisamente più flessibili. Ciò che è certo è che il rito dell’afternoon tea è qualcosa a cui, soprattutto le donne, non vogliono rinunciare. Del resto, fare un po’ di gossip in compagnia di fronte a bontà dolci e salate non è per niente male! Nello scorso week end trascorso a Londra, anche io per la prima volta ho deciso di provare l’esperienza dell’afternoon tea. Come potete immaginare, i locali che lo propongono sono davvero tanti, e di ogni genere. Dopo un’attenta ricerca la mia scelta è però ricaduta su un localino che mi sembrava adatto sia per atmosfera che per prezzi: Bea’s Of Bloomsbury. Ambiente dai tratti un po’ vintage, atmosfera rilassata e un bancone così ricco di bontà che solo alla vista si rischia di prendere qualche chilo. Al costo di £20 ordino un Bea’s full afternoon tea, ossia quella base anche se ce ne sono …

Decidere di partire: le tre fasi dell’italiano expat

  Perché questo post? Perché pochi giorni fa mi è capitato di leggere di persone in procinto di lasciare l’Italia per trasferirsi all’estero, in preda a momenti di panico alternati ad altri di enorme eccitazione. Ecco allora le tre fasi che caratterizzano l’italiano expat, o almeno, quelle che hanno caratterizzato me! Fase pre-partenza Prima di partire per la destinazione prescelta, generalmente le sensazioni sono veramente in conflitto. Sei elettrizzato, ansioso, felice, angosciato. Vorresti che la data della partenza arrivasse il più velocemente possibile, eppure nello stesso tempo cercheresti di allungare le giornate a 72 ore per poter fare tutto ciò che devi prima di lasciare casa. Devi fare la valigia. Bel problema. Farci stare tutta la tua vita mica è facile. Vorresti portarti via, nell’ordine: la libreria Ikea che hai pagato poco ma che sei certo starà benissimo nella tua nuova casa, il cuscino ortopedico senza il quale sei convinto di non poter vivere, le 1274653 paia di scarpe (se sei una donna) e i 1237486 giochi della Playstation (se sei un uomo), una vagonata di pasta rigorosamente …

Windsor: tra castello e tea room

Devo ammettere che la Regina sa scegliere molto bene i luoghi delle sue varie residenze sparse per l’isolotto britannico. E, tra le tante, anche con Windsor non ha sbagliato. A circa un’oretta di auto da Londra, Windsor sorge nella regione del Berkshire al confine con Eton – altra destinazione nota grazie alla famosa scuola superiore privata che qui ha sede. Quindi, cosa vedere a Windsor? Tra le attrazioni principali della città c’è indubbiamente il Windsor Castle che, insieme al suo grande parco, chiama a sé molti turisti in viaggio per il Regno Unito. Considerato il più grande castello abitato del mondo con circa mille anni di storia, ne si può avere una grande visuale passeggiando sulla famosa The Long Walk, viale asfaltato lungo un paio di miglia che – attraversando il parco – collega il castell0 alla Snow Hill, collina da cui la vista è davvero speciale. Ho avuto la fortuna di visitare questa città durante l’autunno; ecco il motivo dei colori così caldi delle foto. Gli ippocastani che si sviluppano parallelamente al viale, così carichi di …

Royal Pavilion – Un po’ di oriente tra le vie di Brighton

Brighton è la spiaggia dei londinesi. E’ il posto giusto per lasciare la città alle spalle e dimenticarsi per un pochino dei rumori, del traffico, del caos e della vita frenetica. Ma non è – come molti se lo aspettano – solamente una classica cittadina di mare, tipica delle coste meridionali dell’Inghilterra. Brighton è in grado di riservare delle belle sorprese. Prima fra tutte il Royal Pavilion. Questo palazzo nasce sul terreno che un tempo fu semplicemente una fattoria di proprietà di Re Giorgio IV, che  – affascinato dalla cittadina – decise di costruirci una delle sue tante dimore per le vacanze. Lo stile del palazzo è facilmente riconoscibile e certamente molto lontano da quello classico inglese. Insomma, qualcosa che non ci si aspetterebbe di trovare in questi luoghi. Eppure il Re, particolarmente attratto dalle architetture orientali dell’epoca, decise proprio di dare al suo palazzo questo stile – tanto da farlo assomigliare a molti famosi edifici indiani. La parte esterna e il giardino sono visitabili gratuitamente. Qui, una grande pozza d’acqua crea i riflessi più fotografati di Brighton. Insieme ai giochi …

[Dis]Avventure di due amiche a Parigi

In questi giorni Parigi è il teatro di vicende che non vorremmo mai sentire. Io però, la capitale francese me la voglio ricordare così. Con una viaggio fatto in compagnia di un’amica, appena dopo la mia laurea, ormai quasi cinque anni fa. Quando si viaggia si pensa sempre che sia tutto rose e fiori. E invece no! Vi ricordate la questione “..è bello farsi sorprendere dagli imprevisti in viaggio!“? Ecco, a volte se ne farebbe anche a meno. Ora vi racconto bene l’avventura. Vera, la mia amica, come regalo di laurea mi diede un biglietto per il concerto di un gruppo che ai tempi seguivo più assiduamente. Lo spettacolo si sarebbe tenuto all’Olympia di Parigi, un teatro nel nono arrondissement della città, che ospita spesso spettacoli musicali e teatrali. Felicissima, decisi di concedermi questo viaggio post fatiche studentesche e mi presi in carico di effettuare tutte le altre prenotazioni di volo e alloggio. Premessa. Ai tempi non ero ancora così sgamata nell’organizzazione dei viaggi quindi, capitemi. Sui vari siti online trovai un albergo in posizione fantastica. A pochi passi …

#TravelDreams 2015: i miei viaggi ancora nel cassetto

Anche quest’anno Manuela, Farah e Lucia mi hanno convinta a concentrarmi sui miei sogni per l’anno nuovo. Sogni in viaggio, in giro per il mondo o a due passi da casa. Ci ho pensato e ripensato. Ho capito che, nonostante i sostenitori del “non bisogna mai smettere di sognare”, per avere nuovi sogni devo togliere dal cassetto quelli che sto tenendo lì da un po’. Per nuovi viaggi da sogno c’è bisogno di fare spazio. E non lo voglio fare eliminando quelli vecchi o facendoli stringere e stare scomodi. I miei viaggi da sogno, quelli che mi ero immaginata per l’anno che si sta concludendo, voglio che godano delle mie maggiori attenzioni, dei miei sforzi e sacrifici per riuscire finalmente a realizzarli. Per non ricadere nella delusione che le illusioni riservano di solito, ho deciso che i miei #TravelDreams per l’anno nuovo sono esattamente quelli dell’anno scorso, che purtroppo non mi è stato possibile realizzare. Continuo quindi a sognare l’Islanda, la Turchia, gli Stati Uniti e il Vietnam. E’ stato un anno complesso. Molti cambiamenti destabilizzanti che …

Amsterdam: tra canali, storia e biciclette impazzite

La chiamano “Venezia del Nord”, io però non sono d’accordo. Vero, anche Amsterdam come la città veneta è attraversata dai canali, ma io noto che per il resto non si assomiglino per niente. A Venezia i vicoli e i canali sono così stretti che di quel viaggio ricordo un gran senso di claustrofobia. Amsterdam invece mi ha dato una sensazione totalmente diversa. Ecco perché ho amato tanto questa città. Ho atteso questo week end per dieci mesi. Peggio di un parto insomma. Mi ero un po’ immaginata questa città, chiesto consigli e letto post sui vari blog. Non volevo basarmi sui due luoghi comuni che di solito si sentono quando si parla della capitale olandese: coffeeshop e donne in vetrina. Amsterdam è molto altro. Certo, quelli sono elementi che certamente la caratterizzano e la rendono unica, ma non sono l’essenza della città. A differenza di altre capitali europee, Amsterdam deve la sua bellezza all’atmosfera che la collocazione geografica le dona. Una città che si sviluppa tra canali, ponticelli e vicoli non può che risultare di grande impatto. Iniziamo …

Dove mangiare ad Amsterdam spendendo poco

Amsterdam è una città bellissima. Della giusta dimensione, facile da visitare sia a piedi che con i mezzi e decisamente a portata di portafogli – data la possibilità di trovare possibilità di scelta per tutti i portafogli. Se anche voi come me – per scelta o necessità – siete soliti viaggiare low cost, ecco tre locali che ho personalmente provato dove mangiare ad Amsterdam. – SINGEL 404 Questo piccolo caffè, che prende il nome proprio dall’indirizzo in cui si trova, è un’ottima soluzione per un pranzo non impegnativo ma comunque di qualità. Il menù offre insalate, sandwiches, toast, zuppe, dolci ed ovviamente drinks sia caldi che freddi. Lo staff è cordialissimo e anche se quasi sicuramente ci sarà un po’ da aspettare per trovare posto a sedere, non desistete perché ne vale la pena. Prezzo medio: €10 – LOMBARDO’S Questo minuscolo localino al numero 50 di Nieuwe Spiegelstraat è una vera e propria perla. Essendosi aggiudicato il titolo di Amsterdam Best Burger 2014, è impossibile non provare in primis i loro vari hamburger ma anche i sandwiches e le …

DIY Christmas gift per viaggiatori

Per la seria “la disoccupazione ingegna”. Dopo il rientro in patria sono ancora in cerca di un benedettissimo lavoro. Così, con il portafogli un po’ in lacrime, ho deciso che – non volendo assolutamente rinunciare a fare i regali di Natale alle persone a me care – avrei dovuto un po’ ingegnarmi e studiare qualcosa di veramente low cost ma carino e utile allo stesso tempo. Ecco perché, tutti i miei regali di quest’anno saranno DIY, fatti proprio con le mie manine. Vagando sul web ho trovato idee simpaticissime e utili. Ecco allora una lista di DIY Christmas gifts per i vostri amici viaggiatori che, sono certa, apprezzeranno i vostri sforzi. – ETICHETTE PER BAGAGLI Sono semplici da realizzare, utili per chi viaggia e assolutamente personalizzabili a seconda della persona a cui volete regalarle. Ecco qui il tutorial per crearle. – SOTTOBICCHIERI DEL VIAGGIATORE Anche questi sottobicchieri sono semplicissimi da preparare. In più, come già detto, potrete decidere di personalizzarli con mappe riguardanti luoghi particolarmente amati dalla persona a cui volete donare questi piccolo pensiero. Ecco qui …

Zermatt – Due giorni tra le alpi svizzere

Ma voi preferite il mare o la montagna? Io ci ho pensato molto a questa domanda, un sacco di volte – e credo finalmente di essere arrivata ad una risposta. Adoro il mare, l’oceano e le altissime scogliere sulle quali le grandi onde si infrangono. Amo i tramonti visti dalle spiagge e quella sensazione di eterna vacanza che si prova solamente in quei luoghi. Quando mi trovo al mare, di fronte a certi panorami rimango sempre a bocca aperta. Poi però penso alla montagna. E penso che non solo mi lascia a bocca aperta, ma riesce proprio a togliermi ogni parola. La maestosità delle vette, la grandezza di quelle altissime creste innevate e la forza dell’incontrastabile montagna hanno su di me un fascino che quasi non riesco a spiegare. Sarà che sono nata ai piedi delle montagne, sarà che ogni mattina aprendo le finestre della mia camera il Monte Rosa è la prima cosa che vedo, sarà per qualsiasi altra motivazione che magari ancora nemmeno conosco – ma è chiaro che la montagna mi è proprio nel …